sabato 1 marzo 2014

Windows XP Aprile-Maggio 2014, costruiamo la versione definitiva del DVD di installazione

[Ultima revisione: 23 Giugno 2017]
8 Aprile 2014: Windows XP va in pensione e Microsoft cessa ogni tipo di supporto al sistema operativo. L'ultimo aggiornamento di XP risale al Service Pack 3 (SP3), datato Aprile 2008. Da quella data fino all'8 Aprile 2014, sono stati rilasciati centinaia di aggiornamenti di sicurezza, sia al sistema operativo che alle componenti separate (come le varie versioni del .NET Framework), necessarie a garantire la compatibilità con tutte le applicazioni. Non tutti gli utenti hanno un sistema aggiornato, soprattutto quelli che (per qualche ragione) hanno disabilitato il servizio Windows Update (WU), mettendo a rischio sia la propria sicurezza che quella degli altri. Ora è possibile a chiunque costruire un DVD di installazione di Windows XP aggiornato con tutte le patch, gli hotfix, gli aggiornamenti di sicurezza (critici e non) e con tutte le componenti di sistema aggiuntive (anch'esse completamente aggiornate). In questa guida si spiega come farlo.

Si può integrare nel DVD di installazione di Windows XP una raccolta completa di aggiornamenti (update pack) chiamata OnePiece Windows XP Post-SP3 UpdatePack, reperibile in rete su diversi forum. È sufficiente fare una ricerca con Google inserendo come chiave di ricerca OnePiece Windows XP Post-SP3 UpdatePack (questa ricerca va fatta direttamente da Google non dalla casella di ricerca inclusa in questo blog), oppure andare nella pagina ufficiale curata dall'autore (con cui è possibile interagire) alla pagina ufficiale delle versione Italiana del pack.

NOTA BENE
L'update pack è il lavoro di un appassionato: Microsoft non c'entra nulla e ovviamente non offre alcun supporto per questo pacchetto di aggiornamenti.

Nel seguito di questa guida si assume che la cartella di lavoro dove eseguiremo l'integrazione sia nella partizione E dell'hard-disk e che tale cartella si chiami XPCD, per cui ci si riferirà ad essa con il percorso E:\XPCD; si assume inoltre che il pack con gli aggiornamenti venga scaricato in E:\.

Operazioni preliminari all'integrazione

Affinché l'integrazione venga effettuata con successo, occorre prendere alcune precauzioni:
  1. assicurarsi di agire come amministratori di sistema (il sistema si presuppone non infetto da virus o altro malware);
  2. impostare le opzioni di visualizzazione e condivisione avanzate di file e cartelle;
  3. poiché non sarà più possibile attivare Windows XP on-line, è necessario salvare l'attivazione di Windows XP (possono evitare di farlo i fortunati possessori delle licenze VLK o Corporate Edition che sono preattivate);
  4. è necessario disporre di un CD di installazione di Windows XP con SP3 integrato e sicuramente funzionante; se non lo avete a disposizione potete costruirvene uno seguendo la guida che trovate su questo stesso blog, altrimenti non potete proseguire;
  5. scaricare il file del OnePiece Windows XP Post-SP3 UpdatePack in E:\. Il nome del file contiene (come spiegato più avanti) il codice hash MD5 del file stesso ed è indispensabile controllarne la correttezza (allo scopo potete usare HashTab): se non coincide, il pack è stato corrotto durante il download, per cui sarà impossibile portare a termine correttamente l'integrazione (anche se l'integrazione va a buon fine il DVD di boot risultante sarà malfunzionante o installerà un Windows XP non integro/aggiornato);
  6. staccare la connessione ad Internet, disabilitare antivirus e firewall (interferiscono pesantemente con l'integrazione e possono causarne il fallimento), chiudere programmi di sicurezza vari e tutte le applicazioni aperte (in particolare i tool che accedono pesantemente al disco), disabilitare screensaver e risparmio energetico;
  7. per minimizzare i tempi di integrazione è consigliabile eseguire preventivamente la deframmentazione totale della partizione di lavoro (in questa guida la partizione E).
Il primo passo per l'integrazione è copiare in E:\XPCD l'intero contenuto del CD di installazione di Windows XP con SP3 integrato.

NOTA BENE
Il CD in questione deve essere "pulito", ossia deve trattarsi della copia di un CD originale di Windows XP con SP3 (eventualmente SP3 integrato con la procedura indicata in precedenza); non devono essere state integrate altre componenti (per esempio driver aggiuntivi, applicazioni o altro), non devono essere state rimosse componenti del sistema per "alleggerirlo" (alcuni lo fanno con nLite) e non si può usare un CD dove sia stata integrata una versione precedente di questo pack.
L'integrazione dovrebbe essere eseguita preferibilmente a partire da un sistema operativo Windows XP; può essere eseguita da una versione successiva di Windows (Vista/7) ma l'utility utilizzazta (RVMi) deve essere avviata clickando con il tasto destro del mouse sull'eseguibile e selezionando l'opzione Esegui come amministratore. Viceversa si sconsiglia decisamente di eseguire l'integrazione all'interno di una macchina virtuale perché i tempi di esecuzione possono dilatarsi in modo inaccettabile.

Che cos'è il OnePiece Windows XP Post-SP3 UpdatePack

Il OnePiece Windows XP Post-SP3 UpdatePack è una raccolta di tutti gli aggiornamenti per Windows XP (sono più di 240) e dei componenti aggiuntivi Microsoft che, di norma, vengono installati separatamente dal sistema operativo. Le versioni di Windows supportate sono XP Home e XP Professional. I componenti aggiuntivi (tutti aggiornati all'ultima versione e con tutte le relative patch) contenuti nel pack sono:
  • Internet Explorer 8 (è l'ultima versione sviluppata per XP);
  • Windows Media Player 11 (è l'ultima versione sviluppata per XP);
  • Microsoft.NET Framework dalla versione 1.1 alla 4.0;
  • DirectX (piu DirectX for Managed Code) Runtimes. È il runtime delle DirectX 9, datato Giugno 2010 (e ripubblicato ad Aprile 2011);
  • Windows Management Framework Core (KB968930), che include le componenti Windows PowerShell 2.0 e Gestione remota Windows (WinRM) 2.0;
  • MSXML 4.0 SP3;
  • Windows Update (con Windows Update Web Control), Microsoft Update, Microsoft Update Catalog Web Control;
  • Windows Genuine Advantage Validation, Windows Genuine Advantage Notifications;
  • (KB890830) Strumento di rimozione malware
  • Windows Rights Management Client;
  • ICCD Smart Card Driver
  • IMAPI per Blu-Ray e HD DVD
  • Windows Search 4.0;
  • Lettore BitLocker To Go;
  • Microsoft European Union Expansion Font Update 1.2;
  • KB873374 - Microsoft GDI+ Detection Tool Registry Entry;
  • Microsoft Silverlight v5.1;
  • Adobe Flash Player ActiveX per Internet Exlporer;
  • Certificati principali per Windows XP, Revoked Roots, QFCHECKS.
La caratteristica fondamentale di questo pack è che è stato progettato per essere integrato in una modalità chiamata True Mode: tutte le componenti aggiuntive (come i vari .NET Framework) sono inserite come se fossero una componente nativa di Windows: infatti, entrando nel Pannello di controllo e aprendo Installazioni applicazioni si trovano in Installazione componenti di Windows (non in Cambia/Rimuovi programmi come potreste aspettarvi). La stessa cosa vale per gli aggiornamenti: tutte i file di sistema sono aggiornati all'ultima versione ed integrati direttamente dentro Windows XP; in questo modo non c'è nessun decadimento delle prestazioni (mentre con gli aggiornamenti manuali vengono mantenute anche le versioni più vecchie dei file e questo causa un rallentamento del sistema e lo spreco di spazio su disco).

Il tutto è contenuto in un grosso file (circa 207 MiB) con un nome un po' criptico: per esempio la versione del 25 Luglio 2014 del file si chiama
OnePiece_Windows_XP_Post-SP3_UpdatePack_v1.0.9_FINAL_ITA_1065BBC91E197A83BB1182D6707CDDB5.7z
dove:
  • OnePiece_Windows_XP_Post-SP3_UpdatePack è il nome del pack;
  • v1.0.9_FINAL_ITA indicano rispettivamente versione e lingua del pack;
  • il resto dei caratteri (1065BBC91E197A83BB1182D6707CDDB5) è il codice MD5 calcolato per quello specifico file (da controllare con un tool apposito dopo il download);
  • .7z è l'estensione del file: si tratta di un file compresso con 7-zip.
  • Tutte le revisioni a partire dalla v1.0.1_FINAL includono una patch straordinaria rilasciata da Microsoft (il supporto era già cessato) che risolve una grave vulnerabilità di Internet Exlporer 8.
  • A partire dalla versione 1.0.9 del pack (22 Giugno 2017) sono state incluse tutte le patch straordinarie di sicurezza rilasciate da Microsoft per proteggere Windows XP dal ransomware WannaCry e suoi derivati (vulnerabilità SMB Server) e da altre cyber-armi sfuggite al controllo della National Security Agency (NSA) statunitense e finite in mano criminale.

NOTA SULL'AUTORE DELL'UPDATE PACK
OnePiece è un (super)utente ed ex-moderatore del forum Eng2Ita (www.eng2ita.net) ed uno dei massimi esperti di integrazioni su Windows. È albanese e con l'Italiano si arrangia un po' ma lo seguirete senza difficoltà.

Integrazione del pack con RyanVM Integrator (RVMi)

Pagina di download di RVMi
Scaricare l'eseguibile di RVMi in una cartella (per esempio in E:\RVM); occorre la versione RVM_Integrator_1.6.1b2.1.exe che si trova circa a metà della pagina di download. Avviare RVMi e non modificare nessuna delle impostazioni predefinite:
  1. selezionare la scheda Main;
  2. in Browse To the Location Which Contains the I386 Directory, impostare il percorso della cartella di lavoro XPCD, che contiene a sua volta la cartella i386; nel nostro caso il percorso da impostare è E:\XPCD (si può fare sia con l'apposito pulsante che manualmente);
  3. in Choose an Update Pack. (Optional), selezionare il file del OnePiece Windows XP Post-SP3 UpdatePack;
  4. la casella Optimize System Files (Ottimizza file di sistema) deve essere NON selezionata;
  5. premere il pulsante Integrate.
Partirà la procedura di integrazione che impiegherà diversi minuti (vengono aggiornati o aggiunti migliaia di file); RVMi passa automaticamente alla scheda Progress che mostra l'avanzamento del processo. Il tempo di integrazione dipende dal computer su cui è eseguito, in particolare dalla velocità di CPU e hard-disk.
Alla fine del processo viene visualizzato il messaggio di completamento dell'integrazione ed il tempo impiegato; a questo punto si può scegliere di uscire con il pulsante Quit, tuttavia è consigliabile selezionare la scheda Make ISO e creare immediatamente un'immagine ISO avviabile della cartella XPCD.
Come suggerito nella guida per la creazione della ISO, non dimenticate di effettuare un test in macchina virtuale dell'integrazione eseguita. Se il test ha successo mettete la ISO al sicuro; se invece il test fallisce dovete ripetere la procedura di integrazione cancellando la cartella XPCD, e rifacendo tutto dal principio: NON è possibile sovrapporre alla cartella una nuova integrazione (otterreste di nuovo un'integrazione scorretta).
Quando avrete terminato la procedura vi accorgerete che la ISO risulterà avere una dimensione di circa 800 MiB: questo significa che per la masterizzazione occorre usare un DVD, un CD non è sufficiente (si sconsiglia di usare CD fuori standard di dimensioni maggiorate perché possono dare problemi di compatibilità con molti lettori ottici).

NOTA FINALE SULL'INTEGRAZIONE
L'integrazione dell'update pack si può effettuare anche con nLite (OnePiece comunque suggerisce RVMi). Lo scopo di questa guida però non è illustrare tutti i modi per farlo, ma di suggerirne uno sicuro, pratico e veloce: seguite ALLA LETTERA tutti i suggerimenti che vi sono stati dati e avrete sicuramente successo.

Buona integrazione!

Se hai trovato utile l'articolo considera la possibilità di offrire un modesto contributo. Grazie di cuore per il tuo sostegno.
Donazione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…


Torna all'indice delle guide per Windows XP