giovedì 25 dicembre 2014

Alzare le difese del modem/router

Le reti locali (LAN) di piccole dimesioni diffuse in ambito domestico e SOHO (Small Office Home Office, ossia i piccoli uffici), in genere prevedono un modem che fornisce l'accesso alla rete ADSL (per i più fortunati la rete in fibra ottica) ed un router cui si collegano i dispositivi per accedere ad Internet e/o altri dispositivi da condividere in rete (per esempio un NAS). Spesso modem e router sono integrati in un unico dispositivo (il modem-router) che costituisce la prima difesa (ma non l'unica) della rete domestica dalle minacce provenienti da Internet.

martedì 23 dicembre 2014

Sicurezza delle password

Per eseguire l'accesso controllato, dal login al computer (o al modem/router) a qualsiasi servizio di rete, occorre inserire una combinazione di nome utente e password (parola d'ordine). Con l'aumentare del numero e della tipologia di servizi on-line, le password da usare diventate molte e ciò può indurre gli utenti a comportamenti imprudenti nella gestione delle credenziali di accesso: per esempio, si usano password troppo facili da indovinare, oppure troppo corte, oppure la stessa password per accedere a più servizi.

martedì 2 dicembre 2014

Hiren's BootCD, il live CD con Windows XP e Linux-Parted Magic, più una valanga di utility di emergenza

Hiren's BootCD (nel seguito HBCD) è uno dei più famosi CD avviabili usato dai professionisti IT. Contiene e utility e tool (gratuiti) di emergenza di ogni tipo utilizzabili direttamente dal CD/DVD o pendrive USB di boot, comprese le versioni live di Windows XP e della distribuzione Linux Parted Magic. Che vogliate ripulire il sistema, recuperare file o fronteggiare emergenze più serie, HBCD è uno strumento da avere assolutamente.

mercoledì 12 novembre 2014

Super-amministratore e modalità dio (Godmode) in Windows Vista, Windows 7 e Windows 8.x

Windows Vista e Windows 7/8.x hanno una coppia di caratteristiche avanzate nascoste agli utenti per impostazione predefinita: il super-amministratore di sistema e la modalità dio (meglio nota con l'acronimo Inglese "Godmode"). Si tratta di due funzioni utili ma, nel caso del super-amministratore da usare con cautela.

martedì 21 ottobre 2014

Le utility di completamento di Windows XP

Windows XP è ormai un sistema ormai superato; fu rilasciato nel 2001 ed il supporto è terminato l'8 Aprile 2014. Può ancora essere molto utile su computer vecchiotti o poco potenti, a patto di completarne la scarna dotazione software, essendo il sistema carente di molte funzionalità di cui non si può fare a meno durante il normale uso del computer. Per fortuna si rimedia installando una serie di utility gratuite.

giovedì 9 ottobre 2014

Firefox si blocca e non si riavvia, come risolvere

Se usate regolarmante Firefox, vi sarete imbattuti almeno una volta in un errore di blocco del browser, che si manifesta con un messaggo simile a "Firefox è avviato ma non risponde. Chiudere il processo esistente di Firefox o riavviare il sistema". I problemi di blocco possono essere più o meno gravi, ma sono risolvibili quasi sempre in pochi minuti (nei casi fortunati in pochi secondi), vediamo come.

giovedì 2 ottobre 2014

Come ripristinare Firefox

Firefox è uno dei browser più usati dagli utenti, moderno, veloce e discretamente sicuro. Come tutti i software è soggetto a problemi, alcuni dipendenti da bug, altri causati dai plug-in installati dagli utenti. La gravità dei problemi è variabile: perdita di reattività del browser, rallentamento della navigazione, consumo eccessivo di memoria, blocchi parziali delle pagine Web, apertura indesiderata di nuove finestre o di pop-up. In molte situazioni i problemi possono essere risolti usando la funzione di ripristino che riporta il browser alle impostazioni iniziali: vediamo come usarla.

mercoledì 24 settembre 2014

Adobe Customization Wizard XI, personalizzare l'installazione e la configurazione di Adobe Reader ed Acrobat

Adobe Customization Wizard (nel seguito CW) è un'utility gratuita di Adobe per semplificare l'installazione e la distribuzione di Adobe Reader e Acrobat (versioni Standard e Professional). Il CW genera un file di impostazioni personalizzate dall'utente, che verrà usato per automatizzare l'installazione e la configurazine di Reader/Acrobat 11. Chi installa i prodotti Adobe una tantum potrebbe non comprendere i vantaggi di procedere in questo modo, ma per chi deve effettuare molte installazioni il Customization Wizard è uno strumento insostituibile.

venerdì 19 settembre 2014

Aggiornare un'installazione amministrativa di Adobe Reader XI

In un precedente articolo (13 Settembre 2014) abbiamo visto come creare un'installazione amministrativa di Adobe Reader XI, ossia come creare un programma di installazione di Adobe Reader XI aggiornato con tutte le patch. In particolare abbiamo costruito un nuovo installer, applicando alla versione base (11.0.00), prima una patch trimenstrale cumulativa (11.0.07) e poi il security update fuori-ciclo successivo (11.0.08).
Il 16 Settembre 2014, solo 3 giorni dopo la pubblicazione dell'articolo, Adobe ha rilasciato una nuova patch cumulativa (11.0.09). L'obiettivo di questa guida è mostrare come aggiornare un'installazione amministrativa preesistente.

sabato 13 settembre 2014

Creare un installer di Adobe Reader XI aggiornato con tutte le patch mediante l'installazione amministrativa

Adobe rende disponibili gli installer di Reader aggiornati con tutte le patch solo per alcune lingue (Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Giapponese). Per esempio, al momento in cui viene scritto questo articolo, l'ultima versione di Adobe Reader è la 11.0.08, per cui esiste il relativo file completo .exe solo in tali lingue. Per l'Italiano bisogna scaricare la versione 11.0.0 e, dopo l'installazione, applicare "manualmente" le patch successive. In ambiente Windows è possibile creare un installer aggiornato in Italiano, con una procedura chiamata "installazione amministrativa".

sabato 23 agosto 2014

Adobe Cleaner Tool, disinstallare in modo pulito e completo Adobe Reader e Acrobat

Alzi la mano chi non ha mai avuto problemi con Adobe Reader. L'applicazione riceve update regolari tuttavia, durante gli aggiornamenti, non sempre va tutto per il verso giusto. Può succedere che l'installazione si danneggi e, quando ciò accade, spesso al danno si aggiunge la beffa: Reader non si avvia o segnala un errore, non si riesce a disinstallarlo oppure sembra che sia disinstallato ma non si riesce a reinstallarlo. Praticamente è un disastro, e non è neanche un fatto raro!

mercoledì 20 agosto 2014

Librerie DLL, cosa sono, a che servono, come registrarle, deregistrarle e ripristinarle

Le DLL sono "porzioni" di software con funzioni specifiche. Per esempio, la maggior parte delle interfacce grafiche fa uso di finestre di dialogo (dialog box) le cui funzioni sono fornite da un'apposita libreria (in molte versioni di Windows è la libreria Comdlg32.DLL). DLL è l'acronimo di Dynamic Link Library (libreria a collegamento dinamico), la versione Microsoft delle shared library (libreria condivisa) usate nei sistemi Unix.

lunedì 11 agosto 2014

Sumatra PDF, un visualizzatore gratuito di PDF (e non solo)

Tutti abbiamo usato almeno una volta Adobe Reader (o il suo predecessore Acrobat Reader), l'applicazione standard de facto (su Windows) di Adobe per la visualizzazione dei file PDF, formato creato dall'azienda omonima. Sebbene il lettore di Adobe sia gratuito e qualitativamente ottimo, ci sono validi motivi per adottare un software alternativo.

venerdì 8 agosto 2014

Navigazione in incognito, la modalità privata dei browser

I moderni browser permettono una forma di navigazione anonima, più precisamente la "navigazione in incognito". Si tratta di un tipo di navigazione pensata per proteggere la privacy evitando di lasciare tracce sul computer da cui si naviga. Si chiama anche "navigazione privata" o "InPrivate Browsing".

lunedì 4 agosto 2014

Desktop Restore, memorizzare la posizione delle icone sul desktop

Gli utenti Windows sono soliti avere sul destop molte icone e collegamenti a cui hanno bisogno di accedere rapidamente, posizionate ed organizzate in base alle proprie necessità. Una delle frustrazioni maggiori è vedere questa organizzazione scombinata a causa dell'installazione di un nuovo programma o per un semplice un cambio di risoluzione dello schermo.

venerdì 1 agosto 2014

Un convertitore gratuito di unità di misura informatiche

A volte potreste aver bisogno di eseguire conversioni tra unità di misura. Eseguire a mano le conversioni non è difficile (basta fare moltiplicazioni e divisioni), ma è più pratico utilizzare un foglio di calcolo da far girare in Microsoft Excel oppure in Apache OpenOffice o LibreOffice.

mercoledì 30 luglio 2014

Velocità di trasmissione dati

Velocità trasmissione dati
In Ingegneria delle Telecomunicazioni una delle misure più utilizzate è la velocità di trasferimento dati in un canale di trasmissione. In tal caso si usano le unità di misura decimali aventi il bit come unità base.

In particolare, il dato di interesse è rappresentato dal numero di bit che attraversano ogni secondo il canale di comunicazione.

Unità di misura basate sul bit

Il bit è l'unità di riferimento per la misura della velocità di trasmissione dati in un canale di comunicazione, oppure per la misura della densità di informazione su una superficie magnetica.

Quando l'unità di base è il bit generalmente si utilizza il sistema decimale, ma sono state definite anche le unità di misura binarie.

martedì 29 luglio 2014

Capacità degli hard disk (e delle pendrive USB)

HDD 1 TB o 931 GiB
Acquistiamo un hard disk da 1000 "Giga", lo installiamo nel PC e ne controlliamo la capacità nel BIOS/UEFI o in Windows. Risultato: 931 "Giga" e spiccioli; dove sono i 69 "Giga" che mancano all'appello?
Acquistiamo una pendrive USB da 32 GB, la inseriamo e Windows vede solo 29,8 "Giga". Forse Windows non rileva correttamente le capacità? Ci ingannano i venditori? La pendrive è difettosa oppure ha parte dello spazio nascosto?

lunedì 28 luglio 2014

Unità di misura basate sul byte

Il byte è l'unità base per misurare la quantità di spazio, per esempio la dimensione di dischi e partizioni, lo spazio occupato dai file o la quantità di memoria RAM allocata da un'applicazione.
Quasi tutti i sitemi operativi misurano lo spazio usando la scala delle unità binarie, mentre nell'industria talvolta si preferisce il sistema decimale (come fanno i produttori di hard-disk magnetici).

Prefissi binari e prefissi decimali

In un sistema di misura, un prefisso è un simbolo che si antepone all'unità di misura base per indicare un multiplo o un sottomultiplo dell'unità stessa.
Per esempio il simbolo k è il prefisso del kilo, ed indica il fattore moltiplicativo 1000 per cui, se consideriamo l'unità di misura m (metro), abbiamo che 1 km = 1000 m (un chilometro equivale a 1000 metri).

sabato 26 luglio 2014

I mattoncini dell'informazione: bit e byte

byte
Se qualche volta avete usato un computer, dopo 5 minuti vi sarete imbattuti in CPU a 32 o 64 bit, gigabyte di RAM, terabyte di hard disk, file da (troppi) megabyte scaricati da connesioni Internet da (troppo pochi) megabit. Vediamo cosa sono tutti questi (mega)bit e (giga)byte che hanno stravolto il nostro quieto vivere.

martedì 22 luglio 2014

TweakUI e Microsoft PowerToys per Windows XP

L'8 aprile 2014 sono terminati il supporto e gli aggiornamenti per Windows XP. Sul sito Microsoft sono ancora disponibili una serie di utility e tool gratuiti per il sistema operativo che è bene affrettarsi a scaricare, in modo particolare l'utility TweakUI e la serie dei Microsoft PowerToys per Windows XP.

sabato 19 luglio 2014

Cambiare i DNS su Windows (per aggirare la censura ed il blocco indiscriminato di siti Internet)

La scure della censura si abbatte alla cieca sempre più spesso su Internet, rendendo inaccessibili servizi web, siti e blog leciti, che hanno avuto la sfortuna di risiedere su virtual private server usati anche dai "soliti" pirati. In questi casi sit/blog/forum/servizi "buoni" si ritrovano a condividere lo stesso indirizzo IP di un sito "cattivo": arriva la censura e fa di tutta l'erba un fascio, rende inaccessibile l'IP condiviso e oscura tutto indiscriminatamente. Per aggirare il blocco selvaggio degli indirizzi IP (un modo di fare tipico delle dittature che vediamo regolarmente applicato anche in Italia) è possibile usare TOR, tuttavia sulla rete anonima la banda disponibile è limitata e la navigazione è lentissima. L'unica soluzione efficiente è cambiare i DNS predefiniti. In questo articolo vediamo come farlo nei sistemi operativi Windows.

venerdì 18 luglio 2014

Dispositivi SATA interni (unità ottiche, dischi, SSD) mostrati in "Rimozione sicura dell'hardware": come risolvere in Windows 7

Segnalato da MISTER X (Eng2Ita staff)

Su Windows 7 può succedere che dispositivi interni collegati a canali SATA (HDD, SSD, lettori e masterizzatori di CD/DVD/Blu-ray), vengano visualizzati sulla tray-bar nell'icona della "Rimozione sicura dell'hardware", in modo simile a quanto avviene per pendrive/dischi USB o altre periferiche esterne. Non è un grosso problema, però può essere fastidioso perché è possibile disconnettere inavvertitamente una periferica, costringendo l'utente al riavvio del sistema per renderla nuovamente accessibile.

martedì 15 luglio 2014

Modificare la modalità SATA dopo l'installazione del sistema operativo e risolvere problemi con AHCI in Windows 7 e Vista

I controller per dischi SATA si possono configurare per lavorare in diverse modalità: emulazione IDE (lo standard della vecchia versione dell'interfaccia ATA, più nota come PATA), AHCI (che consente di utilizzare alcune funzionalità avanzate come hot swapping e NCQ) e RAID (per usare un gruppo di dischi come se fossero una sola unità).

venerdì 11 luglio 2014

Installare Windows XP su dischi SATA e risolvere problemi comuni con la modalità AHCI

Su molti forum di supporto on-line circola la notizia che, per installare Windows XP su un disco SATA, sarebbe assolutamente necessario un "driver SATA": tale affermazione è errata. L'installazione di Windows XP su dischi SATA è un'operazione semplicissima e non richiede (quasi mai) un driver apposito. Il problema è diverso.

mercoledì 9 luglio 2014

AHCI, guida introduttiva e relazione con gli standard IDE e SATA

All'accensione di un computer con hard-disk di tipo SATA, può succedere di non poter eseguire il boot per l'assenza di un driver, oppure di non riuscire ad installare il sistema operativo perché l'installer non riconosce il disco. Il problema non è SATA ma la modalità AHCI, uno standard per la comunicazione con dispositivi SATA. Vediamo qual è il significato di acronimi come IDE, SATA e AHCI e che relazione c'è tra di essi.

martedì 1 luglio 2014

Advanced Tokens Manager, salvare l'attivazione di Windows e Microsoft Office

Microsoft, per i suoi prodotti Windows e Office, impone un limite al numero di attivazioni eseguibili on-line o telefonicamente. È possibile evitare ripetere la lunga, noiosa (e limitata) procedura di attivazione facendo un backup dei dati di attivazione del sistema.

lunedì 30 giugno 2014

Recuperare product-key persi (PARTE 1): Windows, Office ed altri prodotti Microsoft

Se vi accingete a reinstallare Windows o Microsoft Office avete (quasi) sempre bisogno di inserire il product-key (o cd-key, il codice di attivazione) del prodotto. Sfortunatamente spesso il product-key viene smarrito o risulta illeggibile e bisogna recuperarlo.

venerdì 27 giugno 2014

Aprire rapidamente il Task Manager (Gestione attività) di Windows e sostituirlo con Process Explorer

Il Task Manager (o Gestione attività) è un'utility che permette di visualizzare programmi, processi e servizi correntemente in esecuzione su Windows. Essendo usato per eseguire il monitoraggio in tempo reale del sistema, conviene sapere come aprirlo il più rapidamente possibile ed eventualmente come rimpiazzarlo con uno strumento più avanzato.

giovedì 26 giugno 2014

DriverPacks BASE (parte 3): slipstreaming (integrazione) dei driver nel CD/DVD di installazione di Windows XP

A volte non si riesce a (re)installare da zero Windows XP perché non sono disponibili driver di periferiche critiche come i controller dei dischi. Il caso più frequente è quello di hard-disk collegati a controller di terze parti (invece che a quelli integrati nel chipset) oppure a controller SATA con impostazione AHCI abilitata nel BIOS: in questi casi l'installazione di XP può fallire perché il disco di destinazione non viene riconosciuto (oppure si ha la classica "schermata blu della morte" al riavvio successivo all'installazione, causata da un driver mancante).

venerdì 20 giugno 2014

DriverPacks BASE (parte 2): creare DVD (o pendrive USB) universali di driver per Windows XP

Avete tra le mani un computer un po' vecchio che vorreste continuare ad usare con il buon vecchio Windows XP (il cui supporto è terminato) perché i nuovi sistemi operativi sono troppo pesanti? Vi servono i driver delle periferiche; cosa fare se non si riesce a trovarli? Nessun problema: basta costruirsi un DVD di driver universale!

giovedì 19 giugno 2014

DriverPacks BASE (parte 1): un tool per integrare driver in Windows XP

Se avete un vecchio computer su cui volete (re)installare Windows XP, potreste avere problemi nel reperire i driver. DriverPacks BASE è un'utility progettata per integrare driver nel CD/DVD di installazione di Windows XP. I driver disponibili coprono le componenti hardware fondamentali (audio, video, rete, chipset ecc.) e secondarie (Bluetooth, schede TV, webcam ecc.) uscite fino a metà 2012 (circa). In alternativa all'integrazione, è possibile creare un DVD di driver pressoché "universale".

lunedì 16 giugno 2014

Microsoft OneNote, il taccuino digitale diventa gratuito

OneNote è un quaderno per appunti digitale, disponibile per Windows, Mac, iOS, Android, Windows Phone. Oltre agli appunti, permette di registrare audio e video, condividere informazioni e disegnare schizzi, anche a mano libera. Come vedremo, si tratta di un software meno famoso di Evernote, ma non meno potente, che Microsoft ha reso gratuito a partire da Marzo 2014.

giovedì 12 giugno 2014

Creare un disco di ripristino (o un'immagine ISO di ripristino) per Windows 7 e Vista

Windows 7/Vista può avere problemi in fase di avvio, risolvibili con operazioni di riparazione eseguite da un disco (CD o DVD) di ripristino. L'utility di creazione del disco di ripristino è inclusa in tutte le versioni di Windows 7 mentre per Windows Vista è stata aggiunta a partire dal Service Pack 1 (SP1). In questa guida vedremo come creare un CD di ripristino in pochi secondi e, con un trucco, un'immagine ISO di ripristino da trasferire su pendrive USB.

HoboCopy, copiare i file in uso o bloccati da Windows o da altre applicazioni

Avete mai provato a copiare un file in uso/bloccato da Windows o da un'altra applicazione? Allora potrebbe esservi apparso un messaggio simile a "Il processo non può accedere al file perché è bloccato da un altro processo". Per esempio non è possibile copiare un file .pst mentre Outlook è aperto o l'immagine ISO del disco di ripristino di Windows 7 (creata nella cartella dei file temporanei), neanche ricorrendo a tool "sbloccatori" come Unlocker.

sabato 7 giugno 2014

Abilitare l'installazione di qualunque edizione di Windows 7

Se possedete un DVD di installazione (o un'immagine ISO) di Windows 7, potete costruire un nuovo DVD (o una nuova ISO) che permette l'installazione di qualunque edizione del sistema operativo (eccetto l'edizione Enterprise riservata alle aziende). Esiste un file che specifica quale edizione sarà installata: basta eliminarlo per attivare una nuova schermata del processo di installazione di Windows 7, che consente di scegliere quale edizione installare.

Scaricare gratis e legalmente un'immagine ISO di Windows 7

Chi possiede una regolare licenza d'uso di Windows 7 ma non un DVD di installazione, può scaricare legalmente e gratuitamente un'immagine ISO del sistema operativo dal sito di Digital River, società partner di Microsoft. Partendo dalla ISO sarà in seguito possibile masterizzare un DVD o creare una pendrive USB da cui installare il sistema operativo.

martedì 3 giugno 2014

Guida rapida alle edizioni di Windows 7

Windows 8.x fatica a decollare, le aziende preferiscono (a ragione) affidarsi al più collaudato ed affidabile Windows 7. Anche in ambito domestico spesso conviene continuare ad usare Windows 7, sia per garantire una maggiore compatibilità con le applicazioni, sia perché Windows 8.x ha talvolta mostrato di avere diversi problemi con i giochi.

mercoledì 28 maggio 2014

Ripristino del Master Boot Record (MBR) e dell'avvio di Windows 7 e Vista

Il Master Boot Record (MBR) è il primo settore dell'hard-disk e contiene la tabella delle partizioni ed il codice di bootstrap del computer. MBR e boot-sector (settore di avvio, contiene parte del codice di caricamento del sistema operativo) permettono l'avvio di Windows: se vengono danneggiati bisogna ripararli.

lunedì 26 maggio 2014

Aggiornamento all'aggiornamento (!) Update 1 (KB2919355) per Windows 8.1

Il 5 Maggio 2014 Microsoft ha ripubblicato la serie di aggiornamenti di Windows 8.1 relativi all'Update 1 e contestualmente ha prorogato la data entro cui gli utenti devono installarli: siamo obbligati a farlo altrimenti non riceveremo gli aggiornamenti di sicurezza successivi.

sabato 24 maggio 2014

Software in affitto, la prossima enorme fregatura per noi utenti

Avete mai sentito parlare di "software in affitto" o "software a noleggio"? Come certamente intuite, si paga una quota mensile per usare una o più applicazioni invece di acquistarne una tantum la licenza. È una modalità di vendita del software nata alcuni anni fa negli Stati Uniti e che, purtroppo, sta per entrare di prepotenza nella vita di noi tutti e anzi, spesso è già così! Solo che forse non ne siamo consapevoli…

venerdì 23 maggio 2014

Personalizzare il menu di avvio (Start) di Windows 7 e Vista

Organizzare il menu Start consente di trovare rapidamente alcuni strumenti di sistema, impedisce la proliferazione di nuovi collegamenti e permette di difendere la nostra privacy. Vedremo come configurare le famose (o famigerate!) jumplist ed altre opzioni relative al menu Start.

martedì 20 maggio 2014

Visualizzazione avanzata di file e cartelle in Windows 7 e Vista

Un power user (utente avanzato) deve avere il pieno controllo su come vengono visualizzati file e cartelle dentro Windows. Per farlo occorre modificare alcune impostazioni di sistema predefinite che sono eccessivamente conservative. Alcune di queste impostazioni riguardano solo le modalità di visualzzazione, altre (come quelle su icone ed anteprime) permettono una maggiore reattività del sistema. Le immagini di questa guida si riferiscono a Windows 7, ma le impostazioni sono praticamente identiche in Windows Vista.

lunedì 12 maggio 2014

Selezionare i DNS migliori con il benchmarking

Abbiamo già visto come configurare i DNS nel modem-router,  soluzione preferibile rispetto alla modifica della configurazione di rete nel sistema operativo. Abbiamo suggerito di cambiare i DNS predefiniti dall'ISP poiché questi censurano una parte del Web e, soprattutto, perché non offrono alcuna protezione dai siti ostili. Ora vediamo come si possa ottenere una maggiore velocità di risposta dei DNS eseguendo un benchmark per scegliere quali usare ed in che ordine.

giovedì 1 maggio 2014

Impostare i DNS nel modem-router

Il DNS (Domain Name System, sistema dei nomi a dominio) è il più importante servizio che usiamo (inconsapevolmente) quando siamo connessi ad Internet: quando digitiamo un URL come www.google.it, esso viene automaticamente tradotto in un numero IP (o, impropriamente, indirizzo IP), che ci permette di raggiungere la risorsa a cui l'URL si riferisce. Il servizio di traduzione automatica da URL a indirizzo numerico è fornito dai DNS, un insieme di server multilivello connessi ad una enorme base di dati che contiene lo spazio dei nomi delle risorse, ciascuna associata al suo numero IP (un URL può anche essere associato a più numeri IP). Il primo livello di server DNS è fornito dall'ISP (Internet Service Provider) ossia dal fornitore della connessione ad Internet, ma a volte è opportuno modificare i DNS predefiniti, ed il metodo migliore di farlo è all'interno del router (o del modem-router).

sabato 26 aprile 2014

EasyBCD, ripristinare il MBR di Windows 7/Vista e fare backup e ripristino del Boot Configuration Data

La configurazione e la gestione del processo di boot in Windows Vista/7/8.x è salvata all'interno del database di boot, chiamato Boot Configuration Data (BCD). EasyBCD è un'utility famosa per la semplicità con cui permette di modificare il BCD, facilitando la gestione del multiboot con altri sistemi operativi, sia della famiglia Windows che Linux. EasyBCD non si limita a questo, ma possiede alcune funzionalità molto utili, tra cui la possibilità di ripristinare il MBR (Master Boot Record o settore di avvio principale) nel caso sia stato sovrascritto, più o meno accidentalmente, da quello di una altro sistema operativo.

venerdì 25 aprile 2014

Creare correttamente una pendrive USB avviabile (bootable) da cui installare Windows XP

Creare una pendrive USB avviabile da cui eseguire il boot per installare Windows XP è un'impresa irta di difficoltà: quasi la totalità delle utility per crearle (e le relative guide che vi spiegano come fare) alla prova dei fatti con Windows XP fallisce l'obbiettivo. In realtà c'è un solo tool che fa bene questo lavoro per Windows XP, semplice da usare, gratuito e che garantisce il successo nel 99% dei casi, purché si adottino opportune precauzioni.

sabato 19 aprile 2014

Disabilitare Autorun ed Autoplay in Windows (PARTE 2): Windows Vista / 7 / 8.x

Nella prima parte di questa guida abbiamo visto cosa sono l'Autorun e l'Autoplay, perché è conveniente disabilitarli e come farlo su Windows XP. Le funzioni per la gestione dell'Autoplay sono gradualmente migliorate a partire da Windows Vista ed affinate sempre più passando per Windows 7 ed ora per Windows 8.x. Per ragioni di sicurezza rimane conveniente disabilitarle e vedremo come farlo nei sistemi Windows successivi a XP.

Disabilitare Autorun ed Autoplay in Windows (PARTE 1): Windows XP

Nei sistemi Windows esiste una coppia di funzionalità strettamente correlate chiamate Autorun ed Autoplay che servono a lanciare applicazioni in modo automatico nel momento in cui si inserisce nel sistema un supporto rimovibile, come un CD/DVD o una pendrive USB. Microsft assume che, nel momento in cui si inseriscono tali supporti, si voglia ascoltare musica o riprodurre un video o installare software: è un'assunzione discutibile perché spesso si vuole solo vedere cosa c'è dentro il supporto inserito. Inoltre sono caratteristiche che sprecano risorse poiché lasciano attivi processi di sistema usati raramente, impegnando inutilmente CPU e memoria. Infine, mettono in pericolo la sicurezza del sistema: permettendo di lanciare software automaticamente all'inserimento di un supporto, aprono la strada al diffondersi di malware (virus, trojan, spyware ecc.). In definitiva, occorre assolutamente disabilitarli!

venerdì 18 aprile 2014

Controllare i processi che si avviano automaticamente in Windows (PARTE 2)

Nella prima parte di questa guida abbiamo visto come controllare "manualmente" le posizioni da cui si avviano in modo automatico programmi e servizi al boot dei sistemi operativi Windows. Si tratta di cartelle di esecuzione automatica, chiavi di Registro (chiavi Run) e servizi di sistema. Per avere una visione di insieme dei programmi in avvio automatico e semplificarne la gestione, si possono usare alcuni tool progettati appositamente. Faremo inoltre alcune considerazioni sul potenziale avvio automatico di vecchie applicazioni a 16 bit all'interno di Windows XP.

mercoledì 16 aprile 2014

Controllare i processi che si avviano automaticamente in Windows (PARTE 1)

Tutte le versioni di Windows (come tutti i sistemi operativi) caricano all'avvio una serie di programmi (un programma in esecuzione si chiama processo) e di servizi (o processi di sistema). La funzionalità di avvio automatico è disponibile, oltre che ai tipici processi del sistema operativo, anche ad altre applicazioni, come driver installati dall'utente o componenti installati dalle applicazioni: per esempio firewall e/o antivirus di terze parti installano le loro componenti di controllo per essere caricate al boot (in assenza delle quali sarebbero inutili). Sfortunatamente questa funzionalità può essere sfruttata anche dai malware (virus, trojan, spyware ecc.) e dagli odiosi crapware (i programmi inutili installati dai produttori di computer, oppure le malefiche toolbar aggiuntive che inviano pubblicità indesiderata al browser).

lunedì 7 aprile 2014

PCmover, esportare dati da Windows XP a Windows 7/8.x

Microsoft ha realizzato un sito Web per affrontare e gestire tutti gli aspetti critici relativi alla fine del supporto di Windows XP, sia per gli utenti domestici che per quelli aziendali. Contemporaneamente ha stipulato accordi con Laplink, una delle migliori aziende specializzate nello sviluppo di utility per la migrazione dati: grazie a tali accordi, è stato rilasciato in versione gratuita un potente software di migrazione dati, chiamato PCmover Express.

giovedì 27 marzo 2014

Classic Shell, ripristinare l'intero menu di avvio START+Tutti i programmi in Windows 8 e 8.1

Con Windows 8 e 8.1 Microsoft ha imposto agli utenti una nuova interfaccia grafica chiamata Modern UI (nome in codice Metro) progettata per dispositivi touch, ma usarla su un normale PC o su un notebook è davvero fastidioso. Il "vecchio" desktop esiste ancora ed è possibile configurare Windows perché parta direttamente da esso, ma il problema è un altro: ciò che manca veramente non è il pulsante Start ma il buon vecchio Menu di avvio con tutti i programmi direttamente accessibili in stile XP/Vista/7. Vediamo come riaverlo indietro.

domenica 16 marzo 2014

WSCC (Windows System Control Center) per aggiornare automaticamente le super utility di Windows

Per Microsoft Windows esistono centinaia di tool potentissimi e completamente gratuiti usati non solo dagli amministratori di sistema o da chi fa assistenza tecnica, ma anche dagli utenti evoluti (i cosiddetti power user). Esistono almeno due collezioni di utility che, per la loro potenza ed efficacia, non possono assolutamente mancare nella cassetta degli attrezzi dell'utente avanzato: la Windows Sysinternals Suite di Microsoft e le Nirsoft Utilities realizzate dallo sviluppatore Nir Sofer. Entrambe le suite funzionano su tutte le versioni di Windows sia a 32 che a 64 bit inoltre hanno una caratteristica in comune: ciascun tool esegue alla perfezione (o quasi) un solo compito specifico, senza preoccuparsi di offrire un'interfaccia utente raffinata o particolarmente chiara. I tool della Sysinternals Suite sono più di 70, le Nirsoft Utilities sono ben oltre 200: mantenere aggiornate tutte le utility può essere un problema.

martedì 11 marzo 2014

Ripristinare il Master Boot Record (MBR) e l'avvio (boot) di Windows XP

Il formato MBR (Master Boot Record) è lo schema standard di partizionamento utilizzato dagli hard-disk sin dalla nascita del Personal Computer PC-IBM compatibile. È utilizzato su tutti i computer dotati di BIOS che memorizzano sul primo settore del disco (chiamato appunto MBR) alcune informazioni di importanza cruciale per l'avvio del sistema operativo. In particolare l'MBR contiene la tabella delle partizioni ed il codice di bootstrap, un insieme di istruzioni che esaminano tale tabella, individuano la partizione attiva (quella da cui parte il caricamento del sistema operativo) ed infine cedono il controllo del computer al codice contenuto in un altro settore fondamentale, il boot sector (settore di avvio). Può succedere che il MBR e/o il boot sector di Windows XP vengano sovrascritti o danneggiati; se ciò accade potrebbe essere impossibile riavviare correttamente Windows XP, per cui occorre intraprendere delle azioni correttive per ripristinare il funzionamento del sistema.

La Console di ripristino (Recovery console) di Windows XP

La Console di ripristino (o Recovery console) è un tool a linea di comando che consente di eseguire alcune operazioni di emergenza: quando Windows XP non riesce ad avviarsi correttamente (o non si avvia affatto) si può ricorrere alla Console per tentare di "riparare il guasto", per esempio la modifica indesiderata del Master Boot Recod o la corruzione di alcuni file di sistema.

giovedì 6 marzo 2014

Oscdimg, creare immagini ISO avviabili di Windows a 32 e 64 bit

Ringrazio OnePiece per il prezioso aiuto, i suggerimenti ed il continuo supporto prestato per la realizzazione di questa guida.

In un precedente post abbiamo visto come creare rapidamente una immagine ISO avviabile di Windows XP utilizzando due noti tool come RVMi ed nLite. A volte si ha la necessità di creare immagini ISO di altre versioni di Windows per cui le due utility precedenti non vanno bene. L'espertissimo OnePiece, autore dell'omonimo update pack per l'aggiornamento totale di Windows XP (e di tantissimi altri tool e pack!), suggerisce di usare uno strumento a linea di comando sviluppato da Microsoft chiamato oscdimg, contenuto nella raccolta di strumenti (gratuiti) e documenti che supportano la configurazione e la distribuzione dei sistemi operativi Windows. In questa breve guida vediamo come utilizzare oscdimg per creare una ISO avviabile per qualunque sistema Windows a 32 o a 64 bit (comprese le versioni Server).

sabato 1 marzo 2014

Windows XP Aprile-Maggio 2014, costruiamo la versione definitiva del DVD di installazione

[Ultima revisione: 23 Giugno 2017]
8 Aprile 2014: Windows XP va in pensione e Microsoft cessa ogni tipo di supporto al sistema operativo. L'ultimo aggiornamento di XP risale al Service Pack 3 (SP3), datato Aprile 2008. Da quella data fino all'8 Aprile 2014, sono stati rilasciati centinaia di aggiornamenti di sicurezza, sia al sistema operativo che alle componenti separate (come le varie versioni del .NET Framework), necessarie a garantire la compatibilità con tutte le applicazioni. Non tutti gli utenti hanno un sistema aggiornato, soprattutto quelli che (per qualche ragione) hanno disabilitato il servizio Windows Update (WU), mettendo a rischio sia la propria sicurezza che quella degli altri. Ora è possibile a chiunque costruire un DVD di installazione di Windows XP aggiornato con tutte le patch, gli hotfix, gli aggiornamenti di sicurezza (critici e non) e con tutte le componenti di sistema aggiuntive (anch'esse completamente aggiornate). In questa guida si spiega come farlo.

venerdì 21 febbraio 2014

Creare un file ISO avviabile (bootable) del CD/DVD di installazione di Windows XP con RVMi o nLite

Gli utenti avanzati di Windows XP a volte hanno la necessità di aggiornare il CD/DVD di installazione del sistema operativo: integrazione (slipstreaming) di Service Pack (SP), aggiunta di patch, creazione di cartelle aggiuntive dove salvare il file di attivazione di Windows XP e/o driver di periferica da installare in un secondo tempo, e così via. Tutta la struttura di file e cartelle del nuovo CD di installazione si trova in una cartella di lavoro dell'hard-disk, che non si può semplicemente masterizzare, perché il CD risultante deve essere avviabile (bootable). Creare un CD di boot a partire da una cartella su disco è possibile, ma è una procedura lunga, macchinosa e a rischio di errore; è molto più vantaggioso creare un file ISO avviabile. In questa guida vedremo come farlo con pochi colpi di mouse.

giovedì 20 febbraio 2014

Integrazione (slipstreaming) del Service Pack 3 nel CD di installazione di Windows XP

Lo slipstreaming è una procedura che permette di creare un nuovo CD di installazione di Windows XP a partire dal CD originale di cui si è in possesso. Windows XP ha ricevuto centinaia di aggiornamenti nel corso degli anni, accorpati nei Service Pack (nel seguito SP). Con lo slipstreaming possiamo includere i SP direttamente nel CD di installazione in modo che, in caso di reinstallazione del sistema, vengano automaticamente installati anche tutti gli aggiornamenti fino al SP3. Chi non possiede un CD con SP3 integrato può costruirne uno in modo autonomo usando una procedura che richiede pochi minuti.

giovedì 13 febbraio 2014

Impostazioni avanzate di visualizzazione di file e cartelle in Windows XP

Le impostazioni predefinite di Microsoft riguardo la visualizzazione dei file su Windows XP (e su tutte le versioni di Windows in generale) sono decisamente conservative: limitare accesso e condivisione dei file al minimo indispensabile, in modo da prevenire modifiche o cancellazioni accidentali da parte di utenti poco accorti o per semplice distrazione. Viceversa, un power user (utente avanzato) deve avere il pieno controllo sui file, in particolare su come vengono visualizzati all'interno di file manager come Esplora Risorse. A tal fine è necessario impostare le opzioni di visualizzazione in modo opportuno.

sabato 8 febbraio 2014

Salvare l'attivazione di Windows XP

Con Windows XP è stata introdotta la Windows Product Activation (WPA), l'attivazione del sistema operativo. Essa può essere eseguita direttamente dai grandi produttori di computer oppure dall'utente finale (collegandosi al sito Microsoft o per mezzo dell'attivazione telefonica). In tutti i casi viene calcolato un codice di attivazione in base all'hardware del computer e, alla fine della procedura di attivazione, i dati ad essa relativi vengono salvati in uno specifico file.